Mercati europei in cauto rialzo. Tonfo di Daimler a Francoforte

(Teleborsa) – Partenza cautamente positiva per i principali listini del Vecchio Continente, in una giornata ricca di importanti appuntamenti. Tra questi, la riunione della Bank of England (BoE). La maggior parte degli analisti si aspetta una conferma dell’attuale politica monetaria, che potrebbe invece essere rivista nel meeting di agosto. Sul fronte macroeonomico, focus sulla fiducia dei consumatori nell’Eurozona, in uscita nel pomeriggio.

I ministri delle Finanze della zona euro si riuniranno oggi per stabilire le modalità di uscita della Grecia dal piano di salvataggio, mentre entra nel vivo il meeting OPEC a Vienna.

Sullo sfondo resta la delicata questione dei dazi e commercio internazionale che continua a destare incertezza tra gli investitori. Su questo fronte, arriva il primo avvertimento sui conti di bilancio da parte di un’azienda europea legato alla guerra commerciale. Si tratta della tedesca Daimler che stima utili 2018 lievemente in calo rispetto all’anno scorso a causa dell’aumento dei dazi doganali deciso da Cina e USA.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,155. Lieve calo dell’oro, che scende a 1.267,7 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta poco sotto la parità con una variazione negativa dello 0,50%.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 216 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,54%.

Tra i mercati del Vecchio Continente piatta Francoforte, che tiene la parità. Londra avanza dello 0,39%. Si muove in modesto rialzo anche Parigi, +0,24%. Seduta cautamente positiva per Piazza Affari, con il FTSE MIB, che avanza a 22.174 punti. 

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori materie prime (+1,36%), beni per la casa (+0,96%) e media (+0,71%). Il settore automotive, con il suo -0,70%, si attesta come peggiore del mercato, sulle aspettative della tedesca Daimler.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, si è mossa in territorio positivo Mediobanca, mostrando un incremento dell’1,54%. 

Denaro su Atlantia, che registra un rialzo dell’1,31%.

Nel lusso, bilancio decisamente positivo per Moncler, +1,30% che veleggia sui massimi storici.

Tra gli oil, tonica Tenaris, che cresce dell’1,27%.

Le peggiori performance, invece, si registrano sulle auto come Fiat Chrysler, -1,35% e Brembo, -1,33%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, OVS (+11,91%), Banca MPS (+1,40%), Geox (+1,15%) e IGD (+1,05%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su IMA, che prosegue le contrattazioni a -1%.

Mercati europei in cauto rialzo. Tonfo di Daimler a Francoforte