Mercati europei depressi. A Milano in focus le banche

(Teleborsa) – Si muove in territorio decisamente negativo Piazza Affari assieme alle altre principali Borse europee, dopo l’ennesimo tonfo di Wall Street sui timori di shutdown. A Piazza Affari protagoniste le banche, alle prese con la presentazione dei risultati 2017.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,224. Sessione debole per l’oro, che mostra un calo dello 0,28%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) perde l’1,06% e continua a trattare a 60,5 dollari per barile.

Aumenta di poco lo spread, che si porta a 126 punti base, con un lieve rialzo di 1 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,02%.

Tra le principali Borse europee in rosso Francoforte, che evidenzia un deciso ribasso dello 0,86%, giornata fiacca per Londra, che segna un calo dello 0,61%, giù Parigi, che scende dello 0,84%.

Segno meno per il listino milanese, in una sessione caratterizzata da ampie vendite, con il FTSE MIB che accusa una discesa dello 0,84%.

Buona la performance a Milano dei comparti Materie prime (+0,82%), Media (+0,66%) e Alimentare (+0,47%). Nella parte bassa della classifica di Piazza Affari, sensibili ribassi si manifestano nei comparti Costruzioni (-5,22%), Chimico (-1,84%) e Sanitario (-1,69%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Mediaset (+1,59%), Mediobanca (+1,47%) dopo i conti semestrali, Atlantia (+1,06%) e UnipolSai (+0,89%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Fineco, che continua la seduta con un -2,77%. Pessima performance per Recordati, che registra un ribasso del 2,28%. Sessione nera per Exor, che lascia sul tappeto una perdita del 2,27%. Intesa Sanpaolo scende dell’1,86%. Scivola in rosso UBI Banca -0,80%, dopo una buone partenza sui risultati dell’esercizio fiscale. 

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Banca Farmafactoring (+1,57%) grazie ai risultati del 2017, Mondadori (+1,43%), Tod’s (+1,13%) e Brunello Cucinelli (+0,99%). Le peggiori performance, invece, si registrano su El.En, che registra un -5,35%. In caduta libera Biesse, che affonda del 4,56%: la società intende quotare la controllata HSD. Pesante Sias, che segna una discesa di ben 3,59 punti percentuali. Seduta drammatica per Reply, che crolla del 3,58%.

Mercati europei depressi. A Milano in focus le banche