Mercati europei deboli

(Teleborsa) – Si muove all’insegna del ribasso la seduta finanziaria delle borse europee, con il numero dei contagi da Covid-19 che preoccupa gli investitori, mentre le notizie sui vaccini in arrivo sembrano essere già state scontate.

Sul mercato valutario, stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,184. L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,45%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) perde lo 0,93% e continua a trattare a 41,43 dollari per barile.

Torna a salire lo spread, attestandosi a +120 punti base, con un aumento di 4 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari allo 0,62%.

Nello scenario borsistico europeo vendite su Francoforte, che registra un ribasso dello 0,86%, seduta negativa per Londra, che mostra una perdita dello 0,76%. Deludente Parigi, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia. Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 21.584 punti; sulla stessa linea, incolore il FTSE Italia All-Share, che continua la seduta a 23.475 punti, sui livelli della vigilia.

In buona evidenza a Milano i comparti telecomunicazioni (+1,50%), utility (+1,28%) e chimico (+0,66%).

Nella parte bassa della classifica di Piazza Affari, sensibili ribassi si manifestano nei comparti vendite al dettaglio (-1,89%), materie prime (-1,82%) e servizi finanziari (-1,39%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, incandescente Snam, che vanta un incisivo incremento del 3,20%.

In primo piano Inwit, che mostra un forte aumento del 2,68%.

Decolla Terna, con un importante progresso del 2,41%.

Andamento positivo per Italgas, che avanza di un discreto +1,6%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Amplifon, che continua la seduta con -3,04%.

Tonfo di Exor, che mostra una caduta del 2,41%.

Sotto pressione ENI, che accusa un calo del 2,04%.

Lettera su Prysmian, che registra un importante calo del 2,03%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Cerved Group (+6,05%), Avio (+3,40%), Ferragamo (+3,00%) e Mutuionline (+2,79%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Technogym, che prosegue le contrattazioni a -3,92%.

Affonda FILA, con un ribasso del 3,12%.

Crolla MARR, con una flessione del 3,06%.

Vendite a piene mani su Sesa, che soffre un decremento del 2,45%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati europei deboli