Mercati europei deboli. Piazza Affari sulla parità

(Teleborsa) – Si muove all’insegna della prudenza la seduta delle principali borse europee. Anche la borsa di Milano si allinea alla cautela imperante in Europa, e scambia sulla linea di parità.

Se da un lato gli indici PMI migliori del previsto per il mese di marzo hanno attestato che per la prima volta in sei mesi l’economia dell’eurozona è tornata a crescere, dall’altro permane incertezza sulle campagne vaccinali e sulle restrizioni, con la retromarcia di Angela Merkel.

Lieve calo dell’Euro / Dollaro USA, che scende a quota 1,183. L’Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,20%. Giornata di forti guadagni per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in rialzo del 2,74%.

In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a +95 punti base, con un timido incremento di 1 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,60%.

Tra i mercati del Vecchio Continente discesa modesta per Francoforte, che cede un piccolo -0,61%, pensosa Londra, con un calo frazionale dello 0,28%, e tentenna Parigi, con un modesto ribasso dello 0,28%.

Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 24.124 punti; sulla stessa linea, giornata senza infamia e senza lode per il FTSE Italia All-Share, che rimane a 26.272 punti.

Sui livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (-0,14%); sulla stessa linea, consolida i livelli della vigilia il FTSE Italia Star (-0,01%).

Utility (+2,43%), media (+1,95%) e tecnologia (+1,37%) in buona luce sul listino milanese.

Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti telecomunicazioni (-4,77%), bancario (-2,02%) e servizi finanziari (-2,02%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Moncler (+1,50%), DiaSorin (+1,42%), Nexi (+1,20%) e ENI (+1,18%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Leonardo, che continua la seduta con -6,86%.

Sessione nera per Amplifon, che lascia sul tappeto una perdita del 2,50%.

Soffre Snam, che evidenzia una perdita dell’1,05%.

Giornata fiacca per Ferrari, che segna un calo dello 0,99%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Tinexta (+3,06%), Biesse (+2,32%), FILA (+2,26%) e Mutuionline (+2,20%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Sanlorenzo, che continua la seduta con -2,00%.

Preda dei venditori Mediaset, con un decremento dell’1,76%.

Si concentrano le vendite su Tod’s, che soffre un calo dell’1,75%.

Vendite su Ferragamo, che registra un ribasso dell’1,33%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati europei deboli. Piazza Affari sulla parità