Mercati europei alla finestra: consolidano i rialzi precedenti

(Teleborsa) – Riflessive le borse del Vecchio Continente, intente a consolidare i recenti guadagni nati dal rimbalzo dopo lo spauracchio per la Brexit. 

A livello macro brusca frenata della produzione industriale in Europa mentre in Italia persiste la deflazione nonostante i timidi cenni di recupero.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,17%. L’Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,41%. Perde terreno il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 46,21 dollari per barile, con un calo dell’1,26%.

Avanza di poco lo spread, che si porta a 133 punti base, evidenziando un aumento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari all’1,22%.

Tra le principali Borse europee, giornata moderatamente positiva per Francoforte +0,24%, seduta senza slancio per Londra, che riflette un moderato aumento dello 0,26%, piccoli passi in avanti per Parigi, che segna un incremento marginale dello 0,52%.

Piazza Affari continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,12% sul FTSE MIB.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, decolla Banca MPS, con un importante progresso dell’11,39%. Incandescente Saipem, che vanta un incisivo incremento del 4,66%. In primo piano Luxottica, che mostra un forte aumento del 2,85%. Decolla Cnh Industrial, con un importante progresso del 2,38%. Le più forti vendite, invece, si manifestano su UBI Banca, che prosegue le contrattazioni a -3,90%. Tonfo di Banca Popolare dell’Emilia Romagna, che mostra una caduta del 3,18%. Lettera su Banco Popolare, che registra un importante calo del 2,77%. In apnea Telecom Italia, che arretra del 2,45%: Moody’s ha confermato il rating della società telefonica lasciando l’outlook in negativo.

Si sgonfia Unicredit (-0,19%) che, dopo aver ceduto il 10% di FinecoBank, ha venduto anche il 10% di Pekao. Annulla il vantaggio iniziale STMicroelectronics (+0,65%), che in avvio aveva beneficiato del buy di Liberum.

Mercati europei alla finestra: consolidano i rialzi precedenti
Mercati europei alla finestra: consolidano i rialzi precedenti