Mercati europei accentuano cali, Milano inclusa

(Teleborsa) – Milano e le altre Borse europee tagliano il traguardo di metà seduta accentuando i cali dell’avvio in vista dell’apertura debole di Wall Street, come preannunciato dall’andamento incerto dei future sugli indici a stelle e strisce.

A pesare sul sentiment degli investitori sono i timori di una seconda ondata di contagi a cui si aggiungono i moniti della Federal Reserve, ieri, edella BCE oggi, sulle ricadute negative economiche della pandemia di Covid-19 e delle misure di lockdown.

Sul mercato Forex, l’Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,29%. L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,1%. Forte rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mette a segno un guadagno del 4,59%.

Invariato lo spread, che si posiziona a +233 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta all’1,79%.

Nello scenario borsistico europeo seduta drammatica per Francoforte, che crolla dell’1,76%. Sensibili perdite per Londra, in calo del 2,43%. In apnea Parigi, che arretra dell’1,90%. Sessione da dimenticare per la Borsa italiana, con il FTSE MIB che sta lasciando sul terreno il 2,24%.

Andamento negativo a Piazza Affari su tutti i comparti.

Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti bancario (-2,97%), beni industriali (-2,67%) e vendite al dettaglio (-2,63%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, guadagno moderato per Saipem, che avanza dello 0,99%, forte dell’annuncio di nuovi contratti in Nigeria.

Piccoli passi in avanti per Pirelli, che segna un incremento marginale dello 0,72%.

Dal lato dei ribassi, tonfo di Leonardo, che mostra una caduta del 4,81%.

Lettera su Mediobanca, che registra un importante calo del 4,02%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Interpump (+3,08%), Falck Renewables (+1,65%), Tod’s (+1,33%) e Tinexta (+0,90%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Technogym, che continua la seduta con -4,76%.

Affonda IMA, con un ribasso del 4,61%.

Crolla Banca Mediolanum, con una flessione del 4,48%.

Vendite a piene mani su Aeroporto di Bologna, che soffre un decremento del 4,15%.

(Foto: © Edoardo Nicolino | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati europei accentuano cali, Milano inclusa