Mercati deboli. Milano schiva le vendite

(Teleborsa) – Si muove all’insegna del ribasso la seduta finanziaria delle borse europee, mentre Piazza Affari resiste al vento delle vendite. Intanto, i dati preliminari degli indici PMI manifatturieri e dei servizi hanno registrato una crescita superiore alle attese nella zona euro ad aprile.

Seduta in lieve rialzo per l’Euro / Dollaro USA, che avanza a quota 1,206. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.785,7 dollari l’oncia. Seduta in lieve rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che avanza a 61,69 dollari per barile.

Invariato lo spread, che si posiziona a +102 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta allo 0,75%.

Nello scenario borsistico europeo giornata fiacca per Francoforte, che segna un calo dello 0,40%, piccola perdita per Londra, che scambia con un -0,32%, e andamento cauto per Parigi, che mostra una performance pari a -0,18%.

Sostanzialmente stabile Piazza Affari, che continua la sessione sui livelli della vigilia, con il FTSE MIB che si ferma a 24.355 punti; sulla stessa linea, resta piatto il FTSE Italia All-Share, con le quotazioni che si posizionano a 26.656 punti.

Pressoché invariato il FTSE Italia Mid Cap (+0,19%); sulla stessa tendenza, sui livelli della vigilia il FTSE Italia Star (-0,11%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, sostanzialmente tonico Banco BPM, che registra una plusvalenza dello 0,80%.

Guadagno moderato per Hera, che avanza dello 0,77%.

Piccoli passi in avanti per Unipol, che segna un incremento marginale dello 0,71%.

Giornata moderatamente positiva per Telecom Italia, che sale di un frazionale +0,55%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Moncler, che ottiene -6,64%.

Tentenna Banca Mediolanum, che cede lo 0,71%.

Sostanzialmente debole Recordati, che registra una flessione dello 0,70%.

Si muove sotto la parità Buzzi Unicem, evidenziando un decremento dello 0,63%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Tod’s (+11,39%), Cattolica Assicurazioni (+1,68%), Danieli (+1,67%) e Banca Popolare di Sondrio (+1,34%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su La Doria, che prosegue le contrattazioni a -1,95%.

Vendite su Illimity Bank, che registra un ribasso dell’1,68%.

Seduta negativa per Zignago Vetro, che mostra una perdita dell’1,29%.

Sotto pressione Cofide, che accusa un calo dell’1,06%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati deboli. Milano schiva le vendite