Mercati deboli. Milano schiva le vendite

(Teleborsa) – Le borse europee si confermano deboli, dopo l’infuoicato confronto TV Fra Trump e Biden in vista delle elezioni USA, che ha innervosito i mercato. Piazza Affari resiste al vento delle vendite, grazie al buon andamento delle banche e di alcune società attive nelle infrastrutture.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,25%. Invariato lo spread, che si posiziona a +139 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta allo 0,84%.

Tra le principali Borse europee debole Francoforte, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia, senza slancio Londra, che negozia con un -0,03%, e fiacca Parigi, che mostra un piccolo decremento dello 0,38%. Piazza Affari continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,09% sul FTSE MIB.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Saipem (+2,79%), Tenaris (+1,31%), Unicredit (+1,25%) e Banco BPM (+1,01%).

Vendite su BPER, che prosegue le contrattazioni con un -2,26% dopo il via libera all’aumento di capitale.

Male Amplifon, che soffre un decremento del 2,07%.

Soffre Pirelli, che evidenzia una perdita dell’1,83%.

In rosso CNH Industrial, con un decremento dell’1,58%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, IREN (+2,47%), dopo la presentazione dle Piano.

Bene anche MARR (+2,05%), Technogym (+1,93%) e Italmobiliare (+1,74%).

Vemndite su Autogrill, che prosegue le contrattazioni a -1,67%.

In panchina Juventus, che soffre un calo dell’1,47%.

Male ASTM, che registra un ribasso dell’1,37%.

Seduta negativa per Datalogic, che mostra una perdita dell’1,31%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati deboli. Milano schiva le vendite