Mercati cauti. Milano frena con le banche

(Teleborsa) – Si muove con cautela la seduta finanziaria odierna delle borse europee, così come a Piazza Affari, in attesa della partenza di Wall Street che secondo l’andamento dei future statunitensi dovrebbe aprire contrastata.

Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,186. Seduta in lieve rialzo per l’oro, che avanza a 1.746,4 dollari l’oncia. Sessione debole per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia con un calo dello 0,60%.

In discesa lo spread, che retrocede a quota +100 punti base, con un decremento di 2 punti base, mentre il BTP decennale riporta un rendimento dello 0,67%.

Tra le principali Borse europee deludente Francoforte, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia, piccolo passo in avanti per Londra, che mostra un progresso dello 0,33%. Composta Parigi, che cresce di un modesto +0,36%. Sostanzialmente stabile Piazza Affari con il FTSE MIB che si ferma a 24.694 punti; sulla stessa linea, resta piatto il FTSE Italia All-Share, con le quotazioni che si posizionano a 26.919 punti.

Tra i best performers di Milano, in evidenza Saipem (+4,63%) grazie alla raccomandazione di Mediobanca Securities e all’accordo con Siram Veolia per progetti di transazione energetica. Bene inoltre Moncler (+2,34%), Campari (+1,90%) e Inwit (+1,20%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Unicredit, che ottiene -2,49%.

Tonfo di Banco BPM, che mostra una caduta del 2,20%.

Vendite su Unipol, che registra un ribasso dell’1,77%.

Seduta negativa per Telecom Italia, che mostra una perdita dell’1,66%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, De’ Longhi (+3,49%), Falck Renewables (+2,24%), Brunello Cucinelli (+1,56%) e Ascopiave (+1,17%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Astaldi, che ottiene -2,43%.

Lettera su Bff Bank, che registra un importante calo del 2,18%.

Affonda doValue, con un ribasso del 2,08%.

Sotto pressione Webuild, che accusa un calo dell’1,76%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati cauti. Milano frena con le banche