Mercati cauti con un occhio a Mario Draghi

Il buonumore di Wall Street non contagia Piazza Affari e le altre Borse europee, molto incerte in avvio di seduta.

I listini sono infatti indecisi se estendere e meno i guadagni messi a segno la vigilia sull’onda dell’ottimismo per nuove misure di stimolo dalla Banca Centrale Europea e per il sostegno all’economia da parte di altri grandi Istituti centrali, non ultima la Fed. La Banca Centrale americana sta evidentemente rimandando l’exit strategy a causa della tiepida inflazione e del rallentamento della Cina e di altre economie emergenti.

In una sessione avara di dati macroeconomici (quello market mover per eccellenza, il Job Report USA, arriverà venerdì) l’attenzione si concentrerà ancora sulla stagione delle trimestrali, che sta animando sia la Corporate America che la Corporate Europa, ma anche sull’intervento di stasera del numero uno della BCE, Mario Draghi, in occasione del quale potrebbero essere fornite delucidazioni sulle prossime mosse dell’Eurotower. Alle 19.00 Draghi farà il discorso introduttivo degli “European Cultural Days” organizzati a Francoforte dalla stessa BCE.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia a 1,102.

Tra le commodities, lieve aumento per l’oro, che mostra un rialzo dello 0,30% mentre il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 46,18 dollari per barile.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 109 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,64%.

Tra le principali Borse europee, Francoforte  lima lo 0,22%, Londra è piatta, Parigi viaggia poco sotto la parità. 

Piatta anche Milano dopo un avvio in slancio. Il FTSE MIB segna ora un +0,06% in una sessione che si preannuncia piuttosto volatile.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, in territorio positivo YOOX NET-A-PORTER e Finmeccanica, quest’ultima nel giorno della pubblicazione della trimestrale.

Bilancio positivo per Telecom Italia, che continua a beneficiare del dossier Niel.

Mercati cauti con un occhio a Mario Draghi
Mercati cauti con un occhio a Mario Draghi