Mercati, avvio in calo. A Piazza Affari vola Mediaset

(Teleborsa) – Partenza debole per le principali borse europee condizionate negativamente delle pessime performance dei mercati americani e asiatici. A pesare sul sentiment degli investitori, contribuisce l’acuirsi dei timori per le tensioni sul commercio internazionale, dopo la risposta della Cina ai dazi USA.

Pechino ha annunciato dazi extra su 128 prodotti americani per un valore complessivo di importazioni di 3 miliardi di dollari. 

A frenare i listini azionari del Vecchio Continente è anche la performance negativa dei titoli tecnologici, che in avvio cedono oltre l’1%, seguendo il forte calo registrato dai tech a Wall Street.

Bilancio negativo per le principali borse europee, mentre la borsa di Milano riesce a schivare le vendite ed a scambiare sulla linea di parità.

Sul mercato Forex, l’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,20%, in attesa dell’arrivo in mattinata dei numeri sui PMI manifatturieri di marzo. Sostanzialmente stabile l’oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.340,7 dollari l’oncia. Lieve aumento per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un rialzo dello 0,30%.

Invariato lo spread, che si posiziona a 130 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta all’1,79%.

Tra le principali Borse europee fiacca Francoforte, che mostra un piccolo decremento dello 0,61%. Discesa modesta per Londra, che cede lo 0,5%. Dimessa Parigi, con un calo frazionale dello 0,35%. Sostanzialmente stabile Piazza Affari, con il FTSE MIB a 22.380 punti (-0,15%). 

Si distinguono a Piazza Affari i settori Media (+2,35%) e Immobiliare (+1,26%). Tra i peggiori della lista di Milano, in maggior calo i comparti Tecnologico (-1,81%), Sanitario (-0,92%) e Automotive (-0,56%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Mediaset (+6,72%) galvanizzata dall’accordo raggiunto con Sky e promossa dagli analisti di Berenberg che hanno rivisto al rialzo il giudizio, indicando una raccomandazione “buy”.

Tra i migliori anche Banca Generali (+1,60%) su cui Mediobanca ha migliorato la valutazione a “outperform” da “neutral”. Denaro anche sulle altre banche, come Banco BPMUnicredit e BPER

Le peggiori performance, invece, si registrano su STMicroelectronics, -2,20% che segue l’andamento deboli dei tech europei.

Ferma ai box FCA in attesa oggi dei dati sulle immatricolazioni auto di marzo. 

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Beni Stabili (+1,85%), EI Towers (+1,43%) e Mutuionline (+0,93%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Technogym, che prosegue le contrattazioni a -2,50%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati, avvio in calo. A Piazza Affari vola Mediaset