Mercati asiatici euforici grazie all’apertura della Cina. Borsa Tokyo più prudente

(Teleborsa) – Le borse asiatiche chiudono la seduta discreta, accogliendo con molta euforia la decisione della Cina di allentare le restrizioni agli investimenti esteri nel Paese, mentre la Borsa di Tokyo si è mossa più cautamente, in scia anche alla pubblicazione di numerosi dati macroeconomici. 

Il Dipartimento del commercio cinese ha escluso molti settori (banche, assicurazioni ecc.) dalla “lista nera” dei comparti in cui non è ammesso l’ingresso di investitori stranieri.

A Tokyo, l’indice Nikkei chiude con un rialzo limitato dello 0,10% a 22.293 punti, mentre il Topix ha guadagnato lo 0,20% a 1.082 punti. Bene Seul che termina in vantaggio dello 0,43%.

Più brillanti le borse cinesi dopo le decisioni di Pechino sugli investimenti, con Shanghai che sale dell’1,45% e Shenzhen che recupèera addirittura il 2,41%. Sale anche Taiwan che conclude con un vantaggio dell’1,71%.

Tra le altre piazze asiatiche che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, Hong Kong viaggia in forte rialzo (+1,17%) assieme a Kuala Lumpur (+1,84%), Jakarta (+0,95%), Singapore (+0,66%) e Bangkok (+0,19%).

Positiva Mumbay (+0,58%), mentre Sydney chiude incerta (-0,09%).

Mercati asiatici euforici grazie all’apertura della Cina. Borsa ...