Mentre continua il piano UE-Turchia, in Germania è drastico il calo dei migranti

(Teleborsa) – Procedono i rinvii di migranti dalla Grecia in Turchia, dopo che nei giorni scorsi ha preso il via il piano UE-Turchia che prevede il rimpatrio dei migranti verso le coste turche. 

Stamane una nave è salpata, non senza proteste con alcuni manifestanti che si sono tuffati in mare davanti al porto di Lesbo allo scopo di ostacolare la partenza della nave, dove a bordo vi erano molti migranti pachistani che secondo le autorità non hanno presentato richiesta di asilo.  

La  crisi dei migranti che negli ultimi tempi ha catalizzato l’attenzione della comunità internazionale, rimane comunque una questione aperta con la  Germania, dove  il flusso dei migranti subisce una riduzione drastica.

Se nell’ultimo trimestre del 2015  c’erano stati quasi mezzo milione di richiedenti asilo, nel primo trimestre del 2016 il numero scende in maniera netta arrivando a 170 mila, con un calo del 66%.

I numeri sono stati rivelati dal Ministro dell’ Interno tedesco Thomas De Maiziere che ha spiegato come a marzo, i profughi registrati sono stati 20 mila, a febbraio 60 mila, a gennaio 90 mila, mentre solo a dicembre 2015 erano stati 200 mila. 

“Vediamo se le misure nazionali per affrontare la crisi dei rifugiati si diffonderanno”, ha detto de Maiziere che ha sottolineato  invece che il numero delle domande d’asilo è in salita,  cosa che è solo in apparenza una contraddizione, poiché molti di quelli che sono già qui, fanno una richiesta  d’asilo solo ora”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mentre continua il piano UE-Turchia, in Germania è drastico il calo ...