Melegatti: nuova proprietà e produzione di panettoni e pandori per Natale

La famiglia Spezzapria ha acquisito la storica azienda, che torna a progettare il suo futuro

Sarà ancora un altro Natale con Melegatti. La storica azienda dolciaria che ha inventato il pandoro è stata salvata dal crac il 28 settembre: a prenderne le redini è stata la famiglia vicentina Spezzapria che controlla Forgital Group, un’industria specializzata nella forgiatura dei metalli.

Gli ultimi anni per Melegatti sono stati molto difficili. Dal 2016 la società entrò in una profonda crisi economica per vari motivi, tra cui la forte concorrenza da parte della nota azienda di panettoni Bauli e l’azzardato investimento per l’apertura di un nuovo stabilimento di croissant, destinato a produrre dolci tutto l’anno e non in maniera stagionale, come con i pandori.

Con la crescita della grande distribuzione, inoltre, i margini di profitto, si sono fatti molto più stretti, limitando ulteriormente lo spazio di manovra. Hanno inciso molto anche i litigi di vecchia data tra le famiglie Ronca e Tronco, detentrici delle quote della società: dal 2005, quando morì il presidente Salvatore Rocca, iniziò una battaglia tra chi era favorevole a cedere l’attività e chi voleva mantenerla.

Con un fatturato di 70 milioni di euro nel 2016 e debiti pari a 50 milioni di euro nel 2018, l’azienda a maggio ha dovuto alzare bandiera bianca. Non era servita a nulla la solidarietà partita dal web a Natale dello scorso anno che invitava a mangiare Menegatti durante la festività. Così come non era servita a nulla la disponibilità dei lavoratori a lavorare molte ore per produrre un milione e mezzo di dolci per il periodo natalizio. Un fallimento, quindi, atteso e che ha fatto trascorrere i mesi successivi nella totale incertezza.

Ma ora, grazie all’intervento degli Spezzapria, l’azienda può ritornare a progettare il suo futuro. Il manager Denis Moro, per conto dell’impresa acquirente, ha offerto 13,5 milioni di euro per rilevare il brand dell’azienda veronese, la sede di San Giovanni Lupatoto e il Nuova Marelli di San Martino Buon Albergo.

La nuova strategia di Melegatti, come afferma il nuovo presidente Spezzapria “punta a riportare il prima possibile sia in Italia che all’estero il famoso pandoro, il panettone e i vari prodotti dolciari. Attraverso un piano di sviluppo miriamo a far crescere l’azienda caratterizzandola per la continua ricerca delle migliori soluzioni innovative. Siamo pronti a scrivere nuovi capitoli della storia della Melegatti”.

Già per questo Natale è prevista la realizzazione di una campagna natalizia da parte della madre dei pandori, seppur in maniera ridotta.

Melegatti: nuova proprietà e produzione di panettoni e pandori per&nb...