Mega Cap, colossi tech contano per 44% della capitalizzazione

(Teleborsa) – I colossi tecnologici rappresentano il 44% della capitalizzazione di mercato totale di tutte le società Mega Cap, secondo una ricerca di BestBrokers. Le tre società di maggior valore – Apple (2.810 miliardi di dollari), Microsoft (2.170 miliardi di dollari) e Alphabet (1.560 miliardi di dollari) rappresentano quasi il 31% della capitalizzazione di mercato totale di tutte le società Mega Cap. Questo termine si riferisce alle più grandi società del mondo per capitalizzazione di mercato, con la soglia generalmente posta a 200 miliardi di dollari.

Il settore tecnologico, rappresentato da 12 società Mega Cap, rappresenta circa 9.350 trilioni di dollari della capitalizzazione di mercato totale di tutti i 44 Mega Cap attuali, che ammonta a 21.187 trilioni di dollari. Tecnologia e Beni di consumo sono i due settori in cui operano le 5 aziende con maggior valore al mondo (Apple, Microsoft e Alphabet, Amazon e Tesla).

Tecnologia (12), Beni di consumo (12) e Sanità (11) sono le nicchie con il maggior numero di aziende, mentre l’elenco è completato da Finanza (4), Servizi (3) e Utilities (2).

Tra le 11 società Mega Cap del comparto Sanità sono presenti sotto-nicchie come la farmacia e la ricerca biologica. Tra le aziende più popolari ci sono quelle che hanno sviluppato i vaccini Covid-19: Johnson & Johnson (440,6 miliardi di dollari), Pfizer (276,45 miliardi di dollari) e AstraZeneca (205,36 miliardi di dollari).

Nella settore Finanza rientra Berkshire Hathaway, il conglomerato di Warren Buffet che è la società finanziaria più preziosa al mondo con una capitalizzazione di mercato totale di 676,5 miliardi di dollari. Completano la lista JPMorgan, Bank of America e Industrial and Commercial Bank of China.

Visa, Mastercard e Walt Disney sono le uniche società della lista che operano nel settore dei Servizi. Grazie anche alla crisi energetica e all’aumento dei prezzi del carburante, fanno parte delle Mega Cap anche Exxon Mobil (384,3 miliardi di dollari) e Chevron (308,7 miliardi di dollari), mentre Shell (161,6 miliardi di dollari) potrebbe presto unirsi all’elenco.