MEF, entrate tributarie in aumento nei primi 8 mesi

(Teleborsa) – Le entrate tributarie e contributive nei primi otto mesi dell’anno (gennaio-agosto 2022) evidenziano una crescita di 57,7 miliardi di euro (+12,4%) rispetto all’analogo periodo del 2021. E’ quanto emerge dal Rapporto sull’andamento delle entrate tributarie e contributive, redatto congiuntamente dal Dipartimento delle Finanze e dal Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato.

Il dato – spiega il MEF – tiene conto della variazione positiva delle entrate tributarie del 14,7% (+45,6 miliardi di euro) e della crescita, in termini di cassa, delle entrate contributive del 7,8% (+12,1 miliardi di euro).

L’importo delle entrate tributarie comprende anche i principali tributi degli enti territoriali e le poste correttive, quindi integra il dato già diffuso con la nota del 5 ottobre scorso.

Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, si registra una crescita del gettito delle imposte contabilizzate al bilancio dello Stato (+40,7 miliardi di euro, +13,4%); le variazioni risultano positive anche per gli incassi da attività di accertamento e controllo (+3 miliardi circa, +61,4%) e per il gettito relativo alle entrate degli enti territoriali (+6 miliardi circa, +18,8%).

Anche le entrate contributive evidenziano un aumento da ricondursi principalmente alla crescita delle entrate contributive del settore privato per effetto dell’andamento positivo del quadro congiunturale e del mercato del lavoro.

Sul sito del Dipartimento Finanze è altresì disponibile il bollettino delle entrate tributarie internazionali del mese di agosto 2022, che fornisce l’analisi dell’andamento tendenziale del gettito tributario per i principali Paesi europei, sulla base delle informazioni diffuse con i “bollettini mensili” di Francia, Germania, Irlanda, Italia, Portogallo, Regno Unito e Spagna.