MEF alza il velo sui dettagli del BTP Futura

(Teleborsa) – Il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) ha pubblicato le FAQ e la Nota Tecnica relative al BTP Futura, il primo titolo di Stato dedicato unicamente alla clientela retail che verrà emesso per la prima volta da lunedì 6 luglio a venerdì 10 luglio 2020, salvo chiusura anticipata.

Questa emissione, come il BTP Italia di cui costituisce una evoluzione, sarà interamente destinata a finanziare le misure per fronteggiare la crisi prodotta dal Covid-19 e per sostenere la ripresa economica del Paese.

Per assicurare assistenza al largo pubblico interessato a conoscere il nuovo titolo, il MEF ha anche attivato una casella di posta elettronica dedicata (btpfutura@mef.gov.it).

Venerdì 3 luglio 2020, il MEF annuncerà la serie dei tassi cedolari minimi garantiti di questa prima emissione, che potrà essere confermata o rivista al rialzo, in base alle condizioni di mercato, a fine collocamento.

Il BTP Futura ha una durata di 10 anni e tassi fissi predeterminati crescenti nel tempo in 3 step (1°-4° anno, 5°-7° anno, 8°-10° anno). Il premio fedeltà sarà pari alla crescita media del PIL nominale annuo durante la vita del titolo (da un minimo dell’1% ad un massimo del 3%). Prezzo di emissione alla pari (100) e rimborso unico a scadenza. Il titolo godrà della tassazione agevolata del 12,5%% sui rendimenti ed esenzione in caso di successione e nessuna commissione d’acquisto sarà dovuta durante il collocamento

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MEF alza il velo sui dettagli del BTP Futura