Mediobanca, utile in calo su minori plusvalenze ma sopra le attese

(Teleborsa) – Mediobanca ha chiuso il primo trimestre dell’esercizio 2018/2019 con un utile netto di 245 milioni di euro, in calo del 18% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente per l’assenza di plusvalenze da cessione azionarie, come si legge in una nota di Piazzetta Cuccia. Il dato batte le attese degli analisti che erano per 220 milioni di euro.

Il risultato operativo si attesta a 308 milioni di euro, segnando un +7% annuo, stesso tasso di crescita segnato dai ricavi, pari a 638 milioni di euro.

Il margine di interesse è salito del 3,7% a 344,1 milioni, le commissione nette segnano un +12,1% a 155,1 milioni di euro.

Gli impieghi sono aumentati del 2,8% a 42,3 miliardi di euro, la raccolta dell’1,8% a 49,6 miliardi.

A livello patrimoniale, il CET1 phase-in è al 14,2% (+90bps a/a), il CET1 fully loaded al 13% (-10bps t/t per effetto applicazione IFRS9).

“Mediobanca prosegue nel suo piano di crescita, contando su una focalizzazione su segmenti di attività ad elevata specializzazione e
marginalità la cui crescita deriva da trend strutturali di medio termine, un profilo di rischio tra i più contenuti in Europa, una bassa correlazione con l’allargamento dello spread italiano“, spiega l’Istituto.

Positiva l’accoglienza degli investitori: le azioni Mediobanca, già ottimamente impostate grazie al rimbalzo generale di Piazza Affari, viaggiano ora sui massimi intraday con un guadagno del 4,56% a 7,834 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mediobanca, utile in calo su minori plusvalenze ma sopra le attes...