Mediobanca studia un piano alternativo per la quota Generali

(Teleborsa) – Seduta fiacca per l’istituto di piazzetta Cuccia, che passa di mano con un trascurabile +0,06%.

Il titolo oggi è sotto i riflettori del mercato in scia all’indiscrezione riportata da Il Sole 24 Ore di un piano per trasferire la quota del 13% di Generali detenuta dalla banca in una sub holding aperta anche ad altri soci. Si tratta, secondo il quotidiano, di un “piano B” in alternativa alla prevista cessione del 3% che servirà per finanziare la crescita di Mediobanca.  
Allo studio ci sarebbe il conferimento della partecipazione del 13% nel Leone di Trieste a una sub holding controllata dalla banca e partecipata da investitori terzi, per poi cedere la minoranza a investitori istituzionali. 

Allo stato attuale lo scenario di breve di Mediobanca rileva una decisa salita con obiettivo individuato a 8,837 Euro. In caso di momentanea correzione fisiologica il target più immediato è visto a quota 8,777. Le attese sono tuttavia per un innalzamento della curva fino al top 8,897.

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Mediobanca studia un piano alternativo per la quota Generali
Mediobanca studia un piano alternativo per la quota Generali