Mediobanca chiude la partita statuto. Ok alla nuova governance

Mediobanca si appresta a voltare pagina con un una nuova governance che risponderà agli ultimi dettami dei regolatori.

Ieri sera il Consiglio di Amministrazione di Piazzetta Cuccia, dopo tre ore di seduta, ha dato il via libera alle modifiche dello statuto che verranno proposte all’assemblea del 28 ottobre 2015.

La nuova governance entrerà poi effettivamente in vigore nel 2017 in occasione del rinnovo dell’attuale Board. 

I contenuti del nuovo statuto verranno diffusi ufficialmente oggi con un comunicato stampa, ma nei mesi scorsi indiscrezioni stampa hanno anticipato alcune delle modifiche.

Tra queste, quelle sul numero dei consiglieri che dovrà essere compreso tra 9 e 15 (attualmente i membri del board sono 18) mentre il numero dei manager interni della banca scenderà a 3 dagli attuali 5.

Il presidente non farà parte dell’esecutivo mentre i rappresentanti delle minoranze saliranno a 2 (da 1) considerato anche che gli investitori istituzionali esteri rappresentano complessivamente il 40% circa del capitale.

Sempre ieri sera il CdA ha approvato la relazione finanziaria relativa all’intero esercizio, svelata a inizio agosto, e deliberato l’assegnazione di un dividendo lordo unitario di 0,25 euro. L’importo verrà messo in pagamento dal 25 novembre prossimo con “record date” 24 novembre e data stacco 23 novembre.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mediobanca chiude la partita statuto. Ok alla nuova governance