Mediaset: Vivendi può votare in assemblea, ma Simon esclusa

(Teleborsa) – Piccola vittoria di Vivendi nella diatriba con Mediaset sull’assemblea straordinaria del 4 settembre prossimo per l’aggregazione del Biscione con Mediaset Espana. Il Tribunale di Milano ha riconosciuto al colosso francese “il diritto di prendere parte e di votare come socio al 9,99%” all’assemblea straordinaria che deciderà la nascita di MFE (Media For Europe), escludendo però i diritti di voto di Simon Fiduciaria.

L’azienda di Bollorè, che detiene il 28,2% di Mediaset di cui il 19,9% attraverso la Simon Fiduciaria, ha dichiarato ancora una volta che “voterà contro” il progetto di fusione tra Mediaset e Mediaset Espana mentre il Biscione ha espresso “soddisfazione” per la decisione del Tribunale di escludere Simon.

“Se Mediaset dovesse impedire a Simon di votare, l’assemblea sarà compromessa da forti irregolarità”, ha affermato un portavoce di Vivendi aggiungendo che “ne sarebbe fatta denuncia in Tribunale. Mediaset sta tentando di impedire i più basici diritti degli azionisti per garantirsi illegalmente il controllo”.

Positivo il titolo Mediaset a Piazza Affari +0,75% mentre a Parigi Vivendi risulta invariata.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mediaset: Vivendi può votare in assemblea, ma Simon esclusa