Mediaset, sindaci non vedono “fatti censurabili” in iter approvativo MFE

(Teleborsa) – Vivendi ha presentato ricorso al TAR il 2 gennaio scorso, per chiedere la sospensione della delibera AgCom con cui si limitavano i diritti di voto della compagnia francese al 9,9%, in vista della prossima assemblea del 10 gennaio, che sarà chiamata ad approvare alcune modifiche statutarie in relazione alla nascita di MediaForEurope (MFE), il progetto di concentrazione con Mediaset Espana.

Lo conferma la relazione del collegio sindacale, redatta in vista dell’adunanza dei soci, in cui si legge che “al momento della chiusura di questa relazione il Collegio non ha notizia dell’esito dell’istanza”.

In merito all’iter decisionale del progetto MediaForEurope, la relazione segnala che “le verifiche effettuate sui singoli punti” dal Collegio “non hanno evidenziato fatti censurabili” in merito “alla relazione redatta dal CdA di Mediaset, né più in generale rispetto alla fusione che ne è oggetto”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mediaset, sindaci non vedono “fatti censurabili” in iter a...