Mediaset, Berlusconi Jr. quantifica il “danno” Premium sui conti in 100 milioni

(Teleborsa) – Nessuna proroga dall’AgCom sul caso Mediaset -Vivendi. La decisione dell’authority sulla posizione del colosso media francese nel mercato italiano dei media e delle tlc sarà annunciata come previsto il 21 aprile 2017.

L’indagine era stata avviata in seguito alla scalata a Mediaset tentata da Vivendi, che detiene poco meno del 30% del capitale di Mediaset e quasi il 24% del capitale di Telecom, situazione che alla luce del testo unito sui servizi di media audiovisivi e radiofonici pone la società in una posizione dominante.

Sempre oggi, l’Ad di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi, in merito al rinvio dell’altra udienza dinanzi al giudice civile al 24 ottobre, ha affermato “ce la aspettavamo alla grandissima” e ha detto di non essere preoccupato per i “tempi lunghi”. 

Il delfino della famiglia Berlusconi ha anche parlato dello smacco su Premium, affermando “ci ha dato una mazzata” e precisando che ha avuto un impatto vicino ai 100 milioni sui conti 2016 di Mediaset.

E di nuovo in merito all’ipotesi di un accordo con TIM per partecipare assieme alle prossime aste dei diritti televisivi per la Champions League, P.S. Berlusconi ha affermato: “Capisco sia una ipotesi affascinante, tutto è possibile però con questo non voglio dirvi sì c’è un apertura, siamo in una fase molto fluida”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mediaset, Berlusconi Jr. quantifica il “danno” Premium sui...