McDonald’s aprirà oltre mille negozi in Cina

(Teleborsa) – McDonald’s prende di punta la Cina e si prepara ad invadere il Paese asiatico con l’apertura di oltre mille di punti vendita, trasformando la Cina nel suo secondo mercato per ordine di importanza, dopo gli Stati Uniti.

Una scelta che sembrerebbe azzardata, viste le difficoltà in cui versa l’economia del Dragone, ma evidentemente il colosso del fast-food  non si fa impensierire dall’attuale fase della congiuntura e vede nell’Estremo Oriente un mercato profittevole.

Ad annunciare l’apertura dei nuovi punti vendita, che porterà il totale a 3.500 dai 2.200 attuali, è stato l’Ad Steve Easterbrook in una intervista al Wall Street Journal.

La decisione potrebbe apparire come un cambio di strategia rispetto al taglio annunciato lo scorso anno in Cina, Giappone e Stati Uniti (350 punti vendita), ma il vero problema di McDonald’s all’estero è in realtà quello di riuscire a trovare partner per aprire i propri ristoranti in franchising e sostituire la rete in franchising con la rete diretta. Il CEO del gruppo si è fatto regista di questo cambio di passo, che mira a portare la rete in franchising dall’81% al 90% entro il 2018.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

McDonald’s aprirà oltre mille negozi in Cina