Mazzoncini: “Dall’UE 500 miliardi per nuove infrastrutture ferroviarie. Investire nel segnalamento ERTMS”

(Teleborsa) – “LUnione Europea investirà 500 miliardi per realizzare nuove infrastrutture ferroviarie nel Vecchio Continente ed è importante che siano previste risorse anche per l’European Rail Traffic Management System (ERTMS), il sistema di segnalamento innovativo e di eccellenza che ha dato importanti risultati in termini di sicurezza e di affidabilità nel sistema Alta Velocità/Alta Capacità italiano dove è operativo dal dicembre 2005″. Lo ha dichiarato Renato Mazzoncini, A.D. e D.G. di FS Italiane durante l’incontro fra tecnici ed esperti di settore presenti a Milano alla UIC Global Conference on Signalling (26 al 28 marzo).

“Il Corridoio Reno-Alpi – ha continuato Mazzoncini – può essere il progetto pilota per estendere questo sistema tecnologico su tutti i Corridoi europei. In ambito nazionale il nostro obiettivo è quello di potenziare le linee ferroviarie dei nodi urbani e metropolitani con l’evoluzione tecnologica ERTMS HD, sistema che ci permetterà di incrementare la capacità di traffico per i servizi pendolari”.

Il sistema European Rail Traffic Management System (ERTMS) unico standard tecnologico per i Corridoi ferroviari TEN-T. È la soluzione ideale proposta dall’Union Internationale des Chemins de fer (UIC) per renderli interoperabili e percorribili, senza soluzione di continuità, dai treni delle imprese ferroviarie operative in tutti i Paesi comunitari.
Lo standard ERTMS è stato scelto dall’Unione Europea come linguaggio unico per il sistema ferroviario europeo, visti gli eccellenti risultati raggiunti per il sistema AV/AC Torino – Salerno e Torino – Milano – Brescia.

L’ERTMS è un evoluto sistema di sicurezza per il distanziamento dei treni che permette di gestire e controllare il traffico ferroviario lungo la rete. La strumentazione di bordo è stata progettata allo scopo di sostituire i molteplici, e tra loro incompatibili, sistemi di circolazione e sicurezza delle varie ferrovie europee allo scopo di garantire l’interoperabilità dei treni.

La tecnologia ERTMS, che garantisce elevati standard di sicurezza (safety), è una delle più avanzate disponibili sul mercato mondiale e potrebbe essere installata anche nei Corridoi intercontinentali che collegheranno l’Asia all’Europa (One Belt One Road).

Intanto, domani 27 marzo, a Roma, FS italiane terrà una conferenza stampa di Presentazione della Relazione Finanziaria 2017.

 

 

Mazzoncini: “Dall’UE 500 miliardi per nuove infrastrutture...