Maxi multa per il Credi Agricole. Avrebbe violato le sanzioni USA

La banca francese Credit Agricole ha accettato di pagare una multa di 800 milioni di dollari per chiudere una disputa con gli Stati Uniti, dopo aver violato le sanzioni statunitensi imposte all’Iran e ad altri paesi della black list commerciale americana.

Il pagamento della multa irrogata a Credit Agricole, attivata secondo una procedura definita “deferred prosecution agreement”, va ad arricchire una lunga lista di casi analoghi che ha visto protagoniste le più grosse banche mondiali in transazioni illegali di valuta americana.

Nel caso specifico, Credit Agricole è accusata di aver trasferito diversi miliardi di dollari su conti intestati a soggetti residenti nei luoghi incriminati. Le transazioni sarebbero state svolte da quegli stessi paesi tra il 2003 e il 2008.

Le ripercussioni sul bilancio della banca francese ci saranno, ma solo in parte, perché nel mese di agosto, Credit Agricole ha accantonato 350 milioni di dollari per la risoluzione del caso, dichiarando che si era in una “fase avanzata” nelle discussioni sulle presunte violazioni sanzioni, prevedendo di arrivare ad un accordo sul caso entro l’autunno 2015.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Maxi multa per il Credi Agricole. Avrebbe violato le sanzioni USA