Mattel aumenta la guidance 2021 nonostante problemi a supply chain

(Teleborsa) – Mattel, una delle tre maggiori società produttrici al mondo di giocattoli (con brand come Barbie, Monster High e Hot Wheels) ha riportato risultati migliori del previsto nel terzo trimestre del 2021 e ha alzato le sue previsioni di vendita per l’intero 2021, affermando che i problemi alle catene di approvvigionamento e ai trasporti non le impediranno di raggiungere solidi risultati nella stagione natalizia.

I ricavi sono stati pari a 1,76 miliardi di euro, in crescita dell’8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e superiori ai 1,69 attesti dagli analisti, secondo dati Refinitiv. L’utile netto è salito del 161% a 812,6 milioni di dollari, o 2,29 dollari per azione, grazie anche a un beneficio di 510 milioni di dollari derivante dal rilascio di riserve su alcune attività fiscali differite.

“Questo è stato un altro trimestre forte per Mattel, con un aumento della domanda dei consumatori per i nostri prodotti e risultati superiori alle aspettative – ha commentato Ynon Kreiz, Presidente e CEO di Mattel – Abbiamo affrontato con successo l’interruzione della catena di approvvigionamento globale in corso, raggiunto una crescita delle vendite e continuato a guadagnare quote di mercato”. “Ci aspettiamo di crescere per il resto dell’anno e di avere un forte periodo delle vacanze“, ha aggiunto.

Mattel prevede che le vendite nette per l’intero anno, a valuta costante, aumenteranno di circa il 15% rispetto all’anno precedente, rispetto al precedente intervallo di previsione del 12-14%. La previsione dell’EBITDA rettificato sta aumentando di 25 milioni fino a un intervallo compreso tra 900 e 925 milioni di dollari. La guidance per le spese in conto capitale rimane invariata in un intervallo compreso tra 150 e 175 milioni di dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mattel aumenta la guidance 2021 nonostante problemi a supply chain