Marr, trimestrale con utili e ricavi in calo

(Teleborsa) – Approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2019 per il Gruppo Marr . La società ha realizzato un risultato netto di periodo di 6,6 milioni di euro, con un effetto dovuto all’applicazione del nuovo principio contabile IFRS 16 pari a -0,2 milioni di euro. Questo valore risulta in calo rispetto a quello raggiunto nel primo trimestre 2018, periodo nel quale si era stato a 7,4 milioni di euro.
Anche i ricavi totali consolidati nei primi tre mesi dell’anno in corso hanno subito, a 333,4 milioni di euro, una flessione rispetto ai 336,5 pubblicati sulla trimestrale di paragone che beneficiava degli effetti positivi delle festività pasquali, in calendario prima della chiusura del resoconto.

L’EBITDA ed EBIT, dopo l’applicazione dell’IFRS 16, si sono attestati rispettivamente a 17,3 e 10,7 milioni di euro comportando per il primo una variazione di 2,2 milioni di euro in positivo e, per il secondo, di un incremento di 0,1 milioni. Nel primo trimestre 2018 invece EBITDA ed EBIT, che non scontavano gli effetti del principio contabile, erano stati pari a 16,4 e 11,8 milioni di euro.
Il Patrimonio Netto Consolidato si manifesta a 331,1 milioni di euro in aumento sui 311,7 milioni precedenti.

Infine, a 31 marzo 2019 il capitale circolante netto commerciale è stato pari a 252,8 milioni di euro (250 milioni alla fine del primo trimestre 2018) e l’Indebitamento Finanziario Netto, che risente anch’esso dell’IFRS 16 di un maggior debito per 57,5 milioni, si è attestato a 227 milioni euro, in aumento rispetto ai pregressi 186,7 milioni del 31 marzo 2018, che non ne scontavano gli effetti.

Le azioni della società soffrono dopo la pubblicazione del documento e perdono a Piazza Affari il 2,12%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Marr, trimestrale con utili e ricavi in calo