Mare, Cingolani apre a impiego Recovery per progetti di tutela e sviluppo

(Teleborsa) – “Nel Recovery plan stiamo prevedendo misure importanti per la tutela del mare”. Lo ha annunciato il Ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani in una diretta Facebook, in occasione della Giornata nazionale del mare.

Il titolare del MITE ha anticipato che la Missione 2, relativa alla Transizione ecologica, prevede un grande progetto per il monitoraggio del nostro mare che – afferma – “è fondamentale”, e nella Missione 4, relativa a Ricerca e Formazione, sono previste “importanti risorse” per la creazione di centri che si occupino di attività di ricerca, controllo, sviluppo.

La Giornata Nazionale del Mare cadeva ieri, domenica 11 aprile, una ricorrenza dedicata ad una risorsa cruciale per l’economia della nostra Penisola. I numeri riportati dalla Commissione Oceanografica Intergovernativa dell’UNESCO parlano chiaro: nel 2017 il Mediterraneo ha prodotto 59,6 miliardi di euro di valore aggiunto lordo, quasi un terzo (il 29%) del totale a livello europeo, dietro all’Oceano Atlantico (73,4 miliardi di euro) ed al Mare del Nord (63 miliardi di euro); a livello occupazionale, il Mediterraneo ha occupato 1,78 milioni di persone, pari al 40% dell’occupazione UE, rispetto al 29% nell’Oceano Atlantico (1,29 milioni di dipendenti) ed al 20% del Mare del Nord (0,87 milioni di dipendenti).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mare, Cingolani apre a impiego Recovery per progetti di tutela e svilu...