Manovra, Renzi vuole abbassare le tasse: il piano da 120 miliardi per rilanciare l’Italia

Da Torino il leader di Italia Viva presenta il suo piano “Shock” di investimenti per le infrastrutture

La convention torinese di Italia Viva aveva un nome programmatico: “Shock”. Il leader Matteo Renzi, infatti, l’ha chiamata così proprio perché dalla città della Mole ha voluto presentare il suo piano per rilanciare l’economia nei prossimi 3 anni. “Abbiamo fatto nascere questo esecutivo tra mille problemi, volevamo evitare che il Paese andasse verso i pieni poteri a Salvini e uscisse dall’euro.

Tra andare a sbattere e fare un governo di emergenza abbiamo scelto la seconda opzione”. Il leader di Italia Viva non le ha mandate a dire: il governo coi pentastellati è stato necessario per rispondere a una situazione critica, ma adesso, ha chiosato Renzi, occorre lavorare.

L’obiettivo è rilanciare investimenti e infrastrutture. Come? Attraverso un piano da 120 miliardi di euro. Non è una contromanovra, ha precisato l’ex premier, ma un progetto “più ambizioso di quello messo in campo dalla Germania”. Lo slogan “sblocchiamo tutto” non ha bisogno di spiegazioni, e riguarda strade, porti e aeroporti, ferrovie, edilizia scolastica. I soldi non mancano, ha assicurato Renzi, si tratta solo di utilizzarli per scongiurare il rischio della crescita zero. A questo proposito l’ex premier si è offerto di “aiutare” il ministro Dario Franceschini a spendere i 2 miliardi di fondi per la cultura stanziati dal suo governo, che al momento sono bloccati.

Il piano da 120 miliardi si articola in 7 punti: si va dai 3 miliardi per le scuole ai 2 miliardi per gli ospedali, fino ad arrivare ai 74 miliardi per strade e autostrade. Il 15 gennaio Italia Viva scriverà un testo di legge e chiederà al premier Giuseppe Conte di trasformarlo in decreto. Ma la rinascita del nostro Paese per Renzi non si ferma qui: l’ex premier ha annunciato anche una riforma per “semplificare e abbassare l’Irpef” nel 2021, mentre continua la sua battaglia contro le microtasse contenute nella manovra.

Come al solito, le dichiarazioni del leader di Italia Viva hanno agitato il Pd. Secondo i Dem la sua “maniacale ricerca di visibilità” per guadagnare consenso rischia soltanto di favorire Salvini. Ma Renzi ha incalzato: “Se il governo non vuole cadere abbassi le tasse”, aggiungendo che in caso di crisi la Costituzione prevede un percorso parlamentare, con una possibile nuova maggioranza, e con un possibile nuovo premier.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Manovra, Renzi vuole abbassare le tasse: il piano da 120 miliardi per ...