Manovra, Moscovici: “la nostra filosofia non è il bastone”

(Teleborsa) – Pierre Moscovici tenta di smorzare la tensione attorno alla lettera inviata dall’UE all’Italia sulla manovra. 
“Le lettere inviate ieri dalla Commissione europea all’Italia e ad altri 6 paesi rientrano nel dialogo normale fra esecutivo e governi”, non bisogna minimizzare ma neanche esagerare”, ha dichiarato il commissario europeo agli affari economici, in quanto “la Commissione dialoga con i governi, e abbiamo quindi semplicemente formalizzato il dialogo in corso”.

“Non siamo per la filosofia del bastone”, ha sottolineato poi il commissario spiegando che “se possiamo evitare le punizioni è sempre meglio”. “Da parte nostra abbiamo notato che esiste uno scarto tra l’aggiustamento strutturale chiesto dal Consiglio e le cifre presentate” dal governo, ha puntualizzato Moscovici mentre il premier Matteo Renzi continua dritto per la sua strada dichiarando che non ci sono “punti dolenti” nella manovra. “Chiederò al Parlamento italiano – ha detto poi il presidente del Consiglio –  di essere autorizzato a dare questa linea: se non tutti fanno la propria parte noi metteremo il veto sul futuro bilancio dell’UE”. 

Manovra, Moscovici: “la nostra filosofia non è il bastone&...