Manovra, Mattarella preoccupato per la tenuta dei conti pubblici

(Teleborsa) – Preoccupazione. Bastano quattordici lettere per riassumere lo stato d’animo del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Mentre nel governo si festeggia, altrove, in particolare dal Colle, filtra apprensione per la tenuta dei conti pubblici.
Una mattinata trascorsa a sorvegliare il barometro di mercati e finanza che, come previsto, annunciava tempesta già prima dell’apertura delle Borse. E poi, fino a sera, lo spauracchio spread schizzato a quota 280, mentre il tonfo di piazza Affari, la peggiore in Europa, puniva qualche banca portandola al limite della sospensione del titolo.

Allo stato attuale, la domanda che serpeggia infatti è una: si tratta di un’esagerata reazione emotiva, passeggera e dunque destinata a rientrare presto così come tra l’altro rassicurano dall’esecutivo, pronti a scommettere che “i mercati capiranno”, come aveva dichiarato a caldo il leader pentastellato Di Maio, facendo professione di ottimismo. A preoccupare però è un altro scenario, ovvero che sia il preludio di un downgrade generalizzato per la nostra economia, già fragilissima. E proprio in quest’ottica non aiutano le parole di Moscovici.

Sul deficit al 2,4% messo nero su bianco nella Nota di aggiornamento del Def (Documento di economia e finanza) il commissario Ue agli Affari economici, infatti, non usa giri di parole: “Il provvedimento è fuori dai paletti Ue, ma allo stato attuale non c’è interesse ad aprire una crisi con il governo italiano o a far partire una procedura che porti a sanzioni”.

(Foto: Per gentile concessione della Presidenza della Repubblica)

Manovra, Mattarella preoccupato per la tenuta dei conti pubblici