Manovra, la Camera approva la fiducia con 330 voti a favore

Il Governo conquista la fiducia sul maxiemendamento alla manovra

(Teleborsa) – La fiducia sul maxi emendamento alla Manovra è stata votata alla Camera con 330 sì, 219 no ed 1 astenuto. Frattanto, il Consiglio dei Ministri chiamato ad approvare la nota di variazione al bilancio, che dovrà essere votata alla Camera dopo la fiducia sulla manovra, è stato sospeso dopo circa mezz’ora in attesa che l’Aula di Montecitorio approvi le tabelle allegate alla manovra.

Il via libera finale della Camera al testo dovrebbe arrivare domani, sabato 8 dicembre, dopo l’esame degli ordini del giorno, ma è già noto che la Manovra, pur ricca di novità, cambierà radicalmente volto al Senato, cui sono state rinviate le scelte cruciali che eviteranno all’Italia l’apertura di una procedura d’infrazione, in primis la questione dello spostamento dell’asticella del deficit dall’attuale 2,4% al 2,2% strenuamente difeso da Lega e M5S all’1,9-2% necessario a Bruxelles.

Molte le novità emerse nell’iter parlamentare, non ultima la dibattuta questione dell’ecotassa, che vede nuovamente contrapporti Lega e Cinquestelle. La partita più importante però si giocherà su Reddito di Cittadinanza e Quota 100, slittate per causa di forza maggiore alla seconda lettura in Senato, dove l’iter partirà lunedì 10 dicembre 2018.

Manovra, la Camera approva la fiducia con 330 voti a favore