Manovra in dirittura d’arrivo: ecco le ultime novità

(Teleborsa) – L’ultima stesura della Manovra, così come rivista dopo le interlocuzioni dei giorni scorsi, segna cresce da 185 a 219 articoli ed introduce alcune novità rispetto al testo originario. Si tratta di “una bozza“, fanno sapere fonti di governo, indicando che il ddl Bilancio sarà trasmesso al Parlamento fra giovedì e venerdì.

Frattanto, il leader della Lega Matteo Salvini conferma: “Al Senato sarò primo firmatario di proposte, su cui chiederò l’appoggio del centrodestra e non solo. Penso che dal catino dei 9 miliardi del reddito si possa prendere denaro contro i furbetti. Poi taglio delle tasse, flat tax, molti giovani e donne”.

L’ultima bozza della Manovra conferma il fondo da 8 miliardi per il taglio delle tasse ed anche alcune intese raggiunte in un secondo momento su Opzione donna, Reddito di cittadinanza e bonus edilizi.

Per quanto concerne Opzione Donna, l’anticipo pensionistico dedicato alle donne, viene prorogata per un anno con i requisiti attuali di 58 anni per le lavoratrici dipendenti e 59 per le autonome, anziché i 60 anni previsti dalla prima stesura.

Confermato anche il Superbonus 110% per le villette unifamiliari con un tetto Isee di 25mila euro per accedere al beneficio. La detrazione spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022. Sempre in tema bonus edilizi viene prorogato per tre anni, fino al 2024, l’istituto dlela cessione del credito e dello sconto in fattura per i bonus edilizi.

Modifiche introdotte anche al Reddito di cittadinanza, che tengono conto delle indicazioni del Comitato scientifico, in particolare per il requisito della “congruità” che ricorre se il lavoro dista entro 80 km dalla residenza o vi si arriva in 100 minuti con i mezzi pubblici, mentre dalla seconda offerta è congrua da qualsiasi luogo arrivi in territorio italiano.

Estesa al 2022 anche l’esenzione del bollo per i certificati anagrafici digitali. “La certificazione dei dati anagrafici in modalità telematica è assicurata dal Ministero dell’Interno tramite l’Anpr mediante l’emissione di documenti digitali muniti di sigillo elettronico qualificato, esenti da imposta di bollo”, si legge nel testo.

Maggiori risorse per il personale di pronto soccorso (PS) pari a 90 milioni di euro: di cui 27 milioni di euro annui per la dirigenza medica e di 63 milioni per il personale del comparto sanità, a fronte “dell’effettiva presenza in servizio”. Arriva anche un fondo giovani contro dipendenze post-Covid, con una dotazione finanziaria di 2 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023. I progetti possono essere attuati da servizi pubblici, enti di ricerca pubblici e privati, università ed enti del privato sociale.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Manovra in dirittura d’arrivo: ecco le ultime novità