Manovra, gli sherpa dell’Ecofin danno ragione alla Commissione Ue

(Teleborsa) – Il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, sembra essere “abbastanza fiducioso” sul fatto che l’Italia eviterà la procedura di infrazione dell’Ue, nonostante il via libera degli sherpa dell’Ecofin (Efc) alla bocciatura della Manovra italiana da parte della Commissione europea.

Per l’Efc “il debito pubblico italiano resta una grande fonte di vulnerabilità per l’economia. Le misure sulle pensioni insieme all’avverso trend demografico, possono toccare negativamente il trend positivo generato dalle riforme delle pensioni passate e indebolire la sostenibilità a lungo termine delle finanze”, già “messa in pericolo dall’aumento dei tassi sui bond nel 2018, e potrebbe peggiorare”. L’apertura della procedura per deficit eccessivo sarebbe dunque giustificata.

Intanto Tria ha incontrato a margine del G20 di Buenos Aires il commissario europeo agli affari economici Pierre Moscovici. L’incontro è stato “cordiale, stiamo discutendo: io sto portando la linea del Governo che è quella di cercare una soluzione”, soluzione che però non si può trovare “così in breve tempo” – ha dichiarato il ministro – . Con Moscovici “continueremo a vederci nelle prossime settimane, direi continuamente”, ha rassicurato poi Tria ribadendo: “non crediamo di mettere a rischio nessuno, al di là delle regole europee che bisogna rispettare o cercare di rispettare, stiamo facendo un deficit del 2,4 che per gli standard internazionali è normalissimo”.

“Nella storia degli ultimi 10 anni – ha spiegato il titolare del dicastero di via xx settembre a Roma – l’Italia solo quest’anno fa un deficit più basso. Se andate a vedere il curriculum di deficit di Francia e molti altri paesi, siamo ben oltre in generale in una manovra di politica economica un 2,4 per centro può essere considerato opportuno, non lo è perché il fiscal compact ha delle regole particolari”.

La Manovra approderà in Aula alla Camera nella giornata di lunedì pomeriggio, 3 dicembre, con la discussione generale, sulla quale potrebbe essere posta la fiducia. Da martedì inizierà l’esame del provvedimento con le votazioni.

(Foto: Lukasz Kobus – © Unione Europea)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Manovra, gli sherpa dell’Ecofin danno ragione alla Commissione&n...