Manovra, allarme ANCI: molti Comuni a rischio dissesto

(Teleborsa) – L’Associazione dei Comuni, ANCI, in occasione di un’audizione sulla manovra nelle commissioni Bilancio di Camera e Senato, si appella a “tutti i parlamentari” affinché prestino “attenzione” ai propri emendamenti che “sono tanti perché nascono dall’ascolto quotidiano con i Comuni. Possono apparire di limitato rilievo, ma invece il loro accoglimento rappresenta per un gruppo di Comuni la possibilità della sopravvivenza per il bene delle proprie comunità”.

“Senza interventi positivi di allentamento dei vincoli anche di parte corrente, la ripresa degli investimenti che osserviamo dalla metà del 2018 non si potrà dispiegare come tutti desideriamo”, afferma il presidente Antonio Decaro, sindaco di Bari.

La principale preoccupazione dell’ANCI riguarda il ripristino del taglio alla spesa di 564 milioni di euro la cui applicabilità è scaduta nel 2018. Senza queste risorse la manovra non può che risultare “carente nel fornire adeguato sostegno alla parte corrente dei bilanci comunali”.

In generale, l’associazione dei sindaci auspica che “le proposte di semplificazione della vita dei sindaci trovino recepimento” visto che “rappresentano un pesante aggravio che incide non solo in termini amministrativi ma anche finanziari”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Manovra, allarme ANCI: molti Comuni a rischio dissesto