Manovra: a Bruxelles la nuova bozza di Bilancio

(Teleborsa) – Si intensifica il dialogo con l’Ue sulla Manovra. Il Ministro Giovanni Tria ha inoltrato a Bruxelles la nuova bozza di Bilancio con il deficit al 2,04%, contenente le correzioni utili a scongiurare la minaccia della procedura d’infrazione.

Mentre si attende l’epilogo della trattativa, con le valutazioni sulla nuova proposta che dovrebbe arrivare entro il 19 dicembre, giungono segnali distensivi e di collaborazione da parte dell’Unione europea. “Il dialogo con l’Italia continua sui piani di bilancio per il 2019 e il lavoro prosegue a tutti i livelli”, fanno sapere da Bruxelles, evidenziando che “il vicepresidente della Commissione Valdis Dombroskis e il commissario Moscovici” sono in contatto con Tria.

Soddisfazione per il nuovo schema di Bilancio da parte dei due vicepremier, Di Maio e Salvini, che dopo il vertice della serata di ieri, 16 dicembre, a palazzo chigi Palazzo Chigi, hanno parlato di “Accordo raggiunto con buon senso e coerenza”.

In attesa di conoscere le mosse attuate per coprire il taglio del deficit al 2,04%, si inizia a delineare il perimetro degli interventi che verranno inseriti nella composizione della Legge di Bilancio durante l’iter al Senato. Comparirebbero, dunque, il taglio delle pensioni d’oro, il saldo dei debiti da parte della pubblica amministrazione e l’ecotassa sulle auto e la flat tax al 7% per i pensionati che si trasferiranno al sud Italia.

Manovra: a Bruxelles la nuova bozza di Bilancio