Mamacrowd scommette sul progetto di riqualificazione urbana G311 – Green Living

(Teleborsa) – Un entusiasmante progetto immobiliare a Milano, che può rappresentare una grande opportunità di investimento, sia in termini di rendimento/rientro del capitale investito, sia in termini di diversificazione. E’ il progetto G311 – Green Living, lanciato da Mamacrowd, piattaforma di equity crowdfunding certificata da Consob, con all’attivo una community di oltre 70mila investitori.

La piattaforma ha raccolto oltre 14 milioni di euro nel 2019, confermandosi la più grande sul territorio nazionale, per numero di investitori, per varietà e qualità dei progetti proposti e per diversificazione degli investimenti, oggi si apre all’equity crowfunding immobiliare. Si tratta di un mercato in forte espansione che vale 12 miliardi di dollari, trainato dagli USA con 7,4 miliardi di dollari e in forte crescita anche in Europa, con quasi 1,7 miliardi di euro raccolti.

Il progetto G311 – Green Living è appunto al centro della nuova campagna lanciata il 21 maggio scorso da Mamacrowd, per il progetto immobiliare in via Gallarate 311, a Milano, a pochi passi dalla metro Bonola. Si tratta di un’area di grande attrattività grazie all’Expo2015 ed al MIND -Milano innovation District che l’ha scelta per il nuovo centro dell’innovazione italiana. La campagna, la più grande mai realizzata in Italia, punta a raccogliere fino a 4,4 milioni di euro.

UN PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE URBANA – Il progetto di riqualificazione urbana si sostanzia nella costruzione di 71 appartamenti, suddivisi in due torri di otto piani, compresi di box e cantine, per 8.000 mq di spazio commerciale, di cui 3.350 mq destinati a verde. Il progetto è infatti dotato di ampi spazi verdi condominiali – riqualificati come “Forest Garden” – e privati, quali balconi e terrazze. E’ caratterizzato da un rapporto qualità/prezzo estremamente competitivo e da numerosi servizi a valore aggiunto, compresi spazi comuni attrezzati quali lounge e palestre.

UN TEAM DI ESPERTI CHE CI CREDE – Il progetto, promosso dalla società milanese Vitofin, che opera con successo dal 1980 nell’ambito dello sviluppo e della gestione immobiliare, è sviluppato dalla G311 srl. Un team di ingegneri ed architetti con esperienza pluriennale, che partecipano attivamente con un investimento equity complessivo di 1,6 milioni di euro. La commercializzazione sarà affidata al Gruppo IAD, il più grande network di agenti immobiliari indipendenti in Francia con oltre 6000 consulenti, dal 2018 anche in Italia.

“L’obiettivo non è solo il progetto immobiliare, già interessante per il rapporto investimento/rischio e gli obiettivi che si pone, ma anche quello di rendere possibile lo sviluppo di un piccolo quartiere urbano altamente sostenibile e veder crescere non solo il valore del proprio investimento ma anche un progetto ambizioso e originale, basato su una innovativa dimensione del vivere”, spiega Alberto Villa, Amministratore delegato Vitofin.

UN INVESTIMENTO A RENDIMENTO ELEVATO E VELOCE – Si tratta ti un progetto che richiede un entry level piuttosto contenuto di circa 500 euro, ma è previsto anche un reward maggiorato a coloro che decidono di investire cifre più abituali per un investimento immobiliare (circa 100mila euro e più). L’investimento offre un rendimento elevato, stimato tra 10,3% ed il 13,2%, un ritorno complessivo (ROI) nel range 25,8-33,2%, che varia a seconda delle quote di investimento, e garantisce una tempistica di rientro veloce stimata prudenzialmente in 30 mesi. Il progetto è stato certificato da Bureau Veritas Nexta. Sono poi previsti sconti esclusivi per chi investe e sceglie di anche di acquistare un immobile G311.

UN PICCOLO QUARTIERE CHE GUARDA AL FUTURO – Il progetto G311 – Green Living punta alla ridefinizione funzionale ed estetica del complesso immobiliare preesistente, con particolare attenzione alla qualità costruttiva, all’efficienza energetica, all’impronta green ed all’elevato standard di servizi offerto, mantenendo un’offerta competitiva sia per il valore di vendita che di costi di gestione. Avendo ricevuto una forte impronta di riprogettazione durante il lockdown, questi edifici si adattano perfettamente alle esigenze abitative che il mercato sta esprimendo in questo momento e presenta ampi spazi vivibili internamente e tanto verde sui terrazzi e giardini al piano terra. La certificazione del condominio nascente è al top (7 Stelle).

LE TEMPISTICHE – La time-schedule dell’intervento prevede l’inizio delle attività di cantiere nel mese di settembre 2020 e, in concomitanza, l’attività di commercializzazione delle unità. La fine lavori è prevista a febbraio 2022, con una prima possibile previsione di exit per gli investitori, seguito alla liquidazione della Società di scopo G311 srl già da giugno 2022.

PERCHE’ INVESTIRE? Al di là dei chiari vantaggi economici dell’investimento, spiega Mariano Bedoni, Amministratore Unico G311 – Green Living, c’è un progetto che offre “la possibilità di creare una comunità all’interno di un quartiere chiuso, con eco-sostenibilità, con balconi e logge, con verde, come non si trova a Milano”. “Mi ha entusiasmato, questo è il motivo che mi ha fatto accettare questo incarico”, conclude.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mamacrowd scommette sul progetto di riqualificazione urbana G311 &#821...