Maltempo, Italia spazzata da venti freddi e neve a bassa quota

(Teleborsa) – Con l’arrivo delle masse d’aria polare che stanno investendo l’Italia, il nostro Paese è ufficialmente entrato nella stagione invernale. Temperature in crollo, gelate diffuse al Nord e neve. Nel corso di questa settimana – secondo quanto previsto da Il Meteo.it – ci aspetta uno stravolgimento delle condizioni meteo: l’Italia verrà infatti spazzata da freddi venti in arrivo dal Nord Europa, con la possibilità anche di rivedere la neve fino a bassa quota sulle regioni centro-settentrionali.

Dopo che ieri la neve è arrivata copiosa sulle montagne abruzzesi, anche se non ancora in quantità tale da consentire l’apertura delle piste in tutti i comprensori sciistici, nella notte la Valtellina e la Valchiavenna sono state interessate da fitte nevicate in quota con neve anche nelle località di fondovalle che rendono più difficoltosa la circolazione stradale. Nevicate intense anche nella Sila cosentina, in particolare a San Giovanni in Fiore, Colosimi ed Acri. Prima neve in Toscana dove nella notte si sono imbiancati rilievi e passi dell’Appennino. Fiocchi sono scesi in Mugello, anche sull’area colpita dal terremoto, e in alta Val di Bisenzio, nel Pratese. Innevati paesi di Montepiano e Sasseta. Continua a nevicare sui passi appenninici di Colla, Giogo, Futa, Raticosa. Nevica, inoltre, da questa mattina in tutto il Mantovano.

Venerdì – fanno sapere i meteorologi – sarà ancora una giornata di stampo invernale con valori termici a tratti inferiori alla media su gran parte delle zone settentrionali e centrali per effetto sia del maltempo previsto, ma anche a causa della persistenza delle fredde correnti nord atlantiche. Nella giornata di sabato, nonostante la persistenza dei venti freddi nord-occidentali, vi sarà un miglioramento delle condizioni atmosferiche con un leggero aumento dei valori termici diurni, più avvertibile al Centro. Sui comparti settentrionali, durante la notte e nelle prime ore del mattino, vengono invece segnalati valori rigidi con i termometri che potranno scendere nuovamente sotto lo zero, anche in Val Padana.

Domenica nelle regioni centro-meridionali i freddi venti nord-atlantici si vedranno costretti a lasciar spazio a quelli più temperati sud-occidentali con un generale rialzo delle temperature. Meno coinvolte invece le regioni del Nord specialmente quelle occidentali nelle quali permarranno sacche d’aria più fredda nei bassi strati con, di notte, sui settori pianeggianti, valori prossimi allo zero.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Maltempo, Italia spazzata da venti freddi e neve a bassa quota