Maltempo, Conte: “Tragedia immane, stato d’emergenza in più regioni”

(Teleborsa) – Lunga e drammatica conta di danni e vittime dopo l’ondata di maltempo che sta mettendo in ginocchio ormai da giorni l’Italia, da Nord a Sud. Giornata intensa quella di ieri per il premier Giuseppe Conte che si è recato a Palermo per rendere omaggio alle nove vittime dell’alluvione di Casteldaccia e si è successivamente recato in Prefettura insieme al capo dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli.

“Ho deciso di venire qui dopo avere saputo della grave tragedia occorsa in Sicilia e a Casteldaccia in particolare – ha detto il presidente del Consiglio parlando con i giornalisti alla Prefettura di Palermo. E’ una tragedia immane essere nella propria casa ed essere travolti dal fango”.

STATO D’EMERGENZA IN PIU’ REGIONI“Per le vicende di questi giorni ho già annunciato che la prossima settimana decreteremo lo stato di emergenza per tutte le regioni che l’hanno richiesto, ha proseguito il presidente del Consiglio. Adotteremo i provvedimenti di emergenza e daremo le prime somme necessarie. Le regioni più colpite sono la Sicilia, la Calabria, la Sardegna, il Veneto, le province autonome di Trento e Bolzano, il Friuli Venezia Giulia e il basso Lazio”.

CDM STRAORDINARIO
“Dalle regioni più afflitte le richieste ci sono già pervenute” ha continuato il premier. “Stiamo esaminando tutte le richieste pervenute e già la prossima settimana faremo un Consiglio dei ministri straordinario perché non era previsto. Lo faremo straordinario per decretare lo stato di emergenza. Stiamo facendo una ricognizione per mettere le adeguate risorse”.

1 MILIARDO DI EURO PER IL DISSESTO – Per quanto riguarda il dissesto idrogeologico, ha continuato Conte, “abbiamo già messo a disposizione del ministero dell’Ambiente un miliardo, per pervenire a una sicurezza del territorio e anche per proteggere e salvaguardare vite umane. E 59 milioni per l’Autorità di bacino, per regolare i flussi d’acqua”.

SALVINI: SERVONO 40 MILIARDI DI EURO – Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini che nella giornata di ieri ha visitato prima i territori del Bellunese e poi Terracina, sul litorale laziale stima in “40 miliardi di euro”, la cifra che servirebbe “per mettere in sicurezza il territorio nazionale”. “Mi impegno di raccogliere e spendere con l’auspicio – dice – che non arrivino letterine di contestazione da Bruxelles perché spendiamo troppo”, mandando l’ennesima frecciatina.

Maltempo, Conte: “Tragedia immane, stato d’emergenza in pi...