Maltempo, circolazione ferroviaria fortemente rallentata a Roma

(Teleborsa) – La neve scesa nella notte nella Capitale sta causando notevoli problemi alla circolazione ferroviaria, ancora fortemente rallentata nel nodo di Roma, con ritardi medi di 120 minuti. I treni alta velocità provenienti da Nord e in proseguimento su Napoli fermano nella stazione di Roma Tiburtina e non a Roma Termini. Al momento sono sospesi i collegamenti no stop del Leonardo Express tra Roma Termini e l’Aeroporto di Fiumicino.

Il traffico è fortemente rallentato anche su tutte le linee del Lazio che afferiscono alla Capitale.

Sul resto della rete nazionale il traffico non registra particolari criticità ma l’attenzione rimane alta a causa delle temperature particolarmente rigide.

La situazione risulta complicata anche nei campi. Secondo Coldiretti nelle campagne con le temperature a lungo sotto lo zero si registrano danni alle coltivazioni invernali.

A preoccupare è però soprattutto il protrarsi del gelo. Quello che si teme – evidenzia l’associazione degli agricoltori – è il ripetersi di uno scenario critico come quello del 1985 quando le gelate hanno compromesso il 90 per cento degli ulivi toscani, ma danni superiori al 50 per cento si verificarono in Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Campania, Molise e Basilicata con una strage di almeno 30 milioni di piante. 

L’allarme riguarda anche gli animali con migliaia di morti causati allora dal freddo negli allevamenti tra mucche, cavalli, pecore, conigli e polli. Inoltre con le strade bloccate dal ghiaccio e dalla neve in difficoltà sono anche le consegne di prodotti deperibili come verdure e latte.

Maltempo, circolazione ferroviaria fortemente rallentata a Roma