Maltempo, Buran colpisce il Centro Italia. Roma imbiancata

(Teleborsa) – Buran, il vento gelido siberiano, ha mantenuto le promesse. Neve e ghiaccio in tutto il Centro Italia, con la Capitale che stamattina si è svegliata sotto una coltre bianca. L’ingresso di aria fredda di origine artica ha causato un marcato calo delle temperature con nevicate fino a quote di pianura e venti forti dai quadranti settentrionali, come da programma direbbero i meteorologi più esperti a dispetto dei più scettici.

Scuole chiuse di ogni ordine e grado in molti comuni, compresa Roma. Problemi alla circolazione, con molti divieti per i mezzi pesanti, mentre il traffico ferroviario risulta fortemente rallentato nel nodo di Roma ma anche su tutte le linee del Lazio che afferiscono alla Capitale, sulla Siena – Grosseto e sulla Verona – Modena.

Sul resto della rete nazionale il traffico ferroviario non registra particolari criticità ma l’attenzione rimane alta a causa delle temperature particolarmente rigide.

RFI è impegnata con le proprie squadre tecniche su tutto il territorio nazionale per fronteggiare l’emergenza, presidiando i punti nevralgici della rete e intervenendo anche con l’ausilio delle ditte appaltatrici.

Trenitalia ha potenziato i servizi di assistenza ai clienti e sta riprogrammando, laddove necessario, i servizi di trasporto con riduzione progressiva dei treni.
 
Sulla base dei fenomeni previsti la Protezione civile ha emesso per la giornata odierna, 26 febbraio 2018, un’allerta gialla sull’Emilia Romagna (bacini romagnoli ed emiliani orientali, pianura e costa romagnola), sull’Abruzzo e sul Molise.
Permane inoltre l’allerta gialla per rischio idrogeologico localizzato sul Veneto, bacino dell’Alto Piave, a causa della frana della Busa del Cristo, nel Comune di Perarolo di Cadore (Belluno)-

Maltempo, Buran colpisce il Centro Italia. Roma imbiancata