Maltempo, agricoltori lanciano l’allarme: “superato il miliardo di danni”

(Teleborsa) – L’ondata di gelo e neve che ha investito l’Italia da Natale rischia di avere ripercussioni pesanti sull’agricoltura, tanto che gli agricoltori lanciano l’allarme sulla dimensione dei danni del maltempo, che potrebbe superare 1 miliardo di euro.

La breve tregua al freddo non ha portato alcun sollievo e in queste ore nei campi si torna largamente a temperature sotto lo zero. Agricoltura “di pieno campo” dimezzata se non azzerata in molte zone del meridione, migliaia di capi di bestiame ammalati o deceduti a causa del gelo e ancora tante difficoltà nei trasporti. Anche nelle serre – dove le strutture stanno reggendo e non sono crollate sotto il peso della neve – si produce ma a costi energetici molto alti. Questa la fotografia scattata dalla confederaizone CIA-Agricoltori Italiani che sta monitorando, attraverso le proprie strutture territoriali, l’evolversi della situazione nei campi.

Nei territori già devastati dal sisma la situazione è allo stremo: si registrano vendite/svendite “last minute” di bestiame per evitare che si perda l’intero investimento affrontato dall’azienda. Uno scenario desolante –  fa notare la Cia – con pochi ripari provvisori messi a disposizione di chi ha perso la stalla.

Ora a preoccupare, oltre all’emergenza di questa fase, è come le piante da frutta reagiranno ai picchi di freddo. C’è il rischio concreto di “un’onda lunga” che inciderà pesantemente sulle produzioni primaverili.

Gli agricoltori chiedono ora l’utilizzo del Fondo per le calamità naturali, ricordando che, nel quinquennio 2007/2012, tra gelate e siccità, l’agricoltura subì un danno di oltre 6 miliardi di euro, che venne indennizzata solo in minima parte dai fondi di solidarietà nazionale.

Maltempo, agricoltori lanciano l’allarme: “superato il mil...