Male Standard Chartered

Profondo rosso per Standard Chartered, che mostra una variazione percentuale negativa del 5,02% dopo i risultati negativi del terzo trimestre e l’annuncio di un maxi aumento di capitale da 5,1 mld di sterline. La banca britannica ha archiviato il trimestre con una perdita di 139 milioni di sterline rispetto all’utile di 1,53 miliardi dello scorso anno.

L’andamento di Standard Chartered nella settimana, rispetto al FTSE 100, rileva una minore forza relativa del titolo, che potrebbe diventare preda dei venditori pronti ad approfittare di potenziali debolezze.

La struttura di medio periodo resta connotata positivamente, mentre segnali di contrazione emergono per l’impostazione di breve periodo costretta a confrontarsi con la resistenza individuata a quota 686,8 centesimi di sterlina (GBX). Ottimale ancora il ruolo funzionale di supporto offerto da 667,4. Complessivamente il contesto generale potrebbe giustificare una continuazione della fase di consolidamento verso quota 657.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Male Standard Chartered
Male Standard Chartered