Male Chevron sul mercato azionario

(Teleborsa) – Profondo rosso per il colosso petrolifero statunitense, che esibisce una variazione percentuale negativa del 3,14% sul nuovo crollo del prezzo del petrolio.

Il trend del gigante oil di San Ramon mostra un andamento in sintonia con quello del Dow Jones. Questa situazione classifica il titolo come un asset a basso valore alfa che non genera alcun valore aggiunto, in termini di rendimento rispetto all’indice di riferimento.

La situazione di medio periodo di Chevron resta tendenzialmente ribassista. Tuttavia, esaminando il grafico a breve, sarebbe lecito iniziare a dubitare della possibilità della fase ribassista di estendere. E’ atteso dunque un miglioramento verso l’alto della curva che incontra il primo ostacolo a 83,08 dollari USA. Supporto visto a quota 82,02. Ulteriori spunti rialzisti favoriscono un nuovo target stimato verosimilmente in area 84,14.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Male Chevron sul mercato azionario