Maire Tecnimont rafforza la sua presenza in Russia

(Teleborsa) – Maire Tecnimont S.p.A. ha firmato una serie di accordi nel corso del Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo (SPIEF) 2016, alla presenza di importanti rappresentanti istituzionali dei diversi Paesi coinvolti, e precisamente del Primo Ministro italiano Matteo Renzi e del Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin. 

Tecnimont, principale contractor del Gruppo Maire Tecnimont, ha firmato un accordo di collaborazione con il cliente Eurochem e con la società russa di costruzioni Velesstroy. Tale accordo conferma la volontà di cooperare nella fase di costruzione dell’impianto ammoniaca che Tecnimont, in qualità di EPC contractor, sta attualmente sviluppando a Kingisepp (nella regione di Leningrado). I subcontratti di costruzione hanno un valore complessivo pari a circa USD 228 milioni. 

Inoltre, Tecnimont ha firmato un Memorandum of Understanding, come EPC contractor, con l’azienda russa Azot, una delle più importanti realtà del Paese nel settore della chimica, e con Codest, società di costruzioni parte del Gruppo De Eccher, per lo sviluppo del Kemerovo Fertilizer Complex. Il progetto riguarda un complesso di fertilizzanti che comprende un impianto di ammoniaca con una capacità pari a 2.000 tonnellate all’anno (MTPD), un impianto di acido nitrico (1.200 MTPD), un impianto di nitrato di ammonio (1.000 MTPD) ed un impianto di soluzione di nitrato di ammonio (1.250 MTPD). Il progetto sarà sviluppato a Kemerovo, nell’area sud-occidentale della Siberia, in Russia.

Infine, SOCAR, la compagnia petrolifera di stato dalla Repubblica dell’Azerbaijan, il Gruppo Cdp attraverso la controllata SACE, l’agenzia italiana di credito all’esportazione, EXIAR, l’agenzia russa di credito all’esportazione, e il Gruppo GAZPROMBANK, hanno annunciato congiuntamente la firma di un Memorandum of Understanding (MoU) per finanziare il grande Progetto GPC, volto alla valorizzazione del gas naturale. Maire Tecnimont ha agito in qualità di promotore dell’iniziativa, e sarà ben posizionato per la fase EPC (Engineering, Procurement and Construction) del progetto. Tale progetto comprende la realizzazione di un impianto di trattamento del gas con una capacità di circa 10 BCM (miliardi di metri cubi) di gas naturale all’anno, di un impianto di polietilene, con una capacità di circa 570.000 tonnellate all’anno, di una unità di propilene con una capacità di circa 120.000 tonnellate all’anno, oltre alle relative infrastrutture. Il Progetto GPC sarà situato a Garadagh vicino a Baku, in Azerbaijan.

“Siamo entusiasti di essere qui al Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, un’iniziativa nata per costruire alleanze e avviare nuove proficue relazioni”, ha dichiarato Pierroberto Folgiero, Amministratore Delegato del gruppo industriale italiano.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Maire Tecnimont rafforza la sua presenza in Russia