Macy’s affonda dopo conti deludenti

(Teleborsa) – In forte ribasso Macy’s, che mostra ribassi a due cifre (-12,47%). A dare una spinta al ribasso, i conti trimestrali deludenti e un taglio delle stime sugli utili per l’intero anno fiscale.

Come molti rivenditori, la catena di grandi magazzini con sede a Cincinnati  ha dovuto fare i conti con vendite in calo. La società ha dichiarato che all’inizio di quest’anno il calo delle vendite è stato molto più ripido di quanto si aspettassero gli analisti.
Nel primo trimestre, Macy’s ha registrato un utile di 116 milioni di dollari, o 37 centesimi per azione, rispetto ai 193 milioni, o 56 centesimi per azione,  di un anno fa. Escludendo gli oneri relativi a piani pensionistici della società, l’utile per azione è stato di 40 centesimi per azione

I ricavi scivolano del 7,4% a 5,77 miliardi di dollari. Le vendite dei negozi aperti da meno di un anno sono calate del 6,1%, segnando il quinto calo trimestrale in seguito al calo del 4,8% del quarto trimestre. Gli analisti avevano previsto un calo del 3,5%, 36 centesimidi EPS e 5,93 miliardi di fatturato.

“Stiamo assistendo persistente debolezza dei livelli di spesa dei consumatori per l’abbigliamento e categorie correlate. In particolare, il nostro trend delle vendite rispetto alle aspettative ha rallentato a partire a metà marzo, e risultati del primo trimestre sono al di sotto la nostre prospettive originali”, ha dichiarato Terry J. Lundgren, presidente e CEO di Macy’s

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Macy’s affonda dopo conti deludenti