Macron crolla nei sondaggi. Popolarità ai minimi in attesa riforma del lavoro

(Teleborsa) – Crolla la popolarità dl Presidente francese Emmanuel Macron a neanche quattro mesi dalla sua elezione all’Eliseo. Secondo un sondaggio Ifop condotto per il Journal du dimanche, i consensi sono colati a picco di 14 punti in un mese attestandosi al 40% dal 54% precedente. E fra giugno e luglio il giovanissimo presidente aveva già perduto molti sostenitori.

Un vero e proprio crollo dato che i predecessori avevano un maggior sostegno alla stessa data: Hollande era sceso al 54% e Sarkozy al 69%. Per trovare una così vasta insoddisfazione bisogna tornare ai tempi di Chirac.

Il motivo di questa debacle? Stando ai sondaggi vi sarebbero diversi motivi, dalle decisioni impopolari di aumentare i contributi per la previdenza e le tasse sulla casa, alle preoccupazioni per lo stato del mercato del lavoro, per la difficoltà di trovare un impiego e per l’ondata di scioperi attesa in autunno.

Lo scetticismo circa la capacità del Presidente di mettere a segno la riforma del lavoro è uno dei temi più caldi. Da un sondaggio Odoxa per RTL, 2 francesi su 3 (il 63%) pensano che Macron non riuscirà a varare il Job Act, mentre solo il 37% ritiene che è in grado ed appena l’8% lo appoggia.
 

Macron crolla nei sondaggi. Popolarità ai minimi in attesa riforma de...