LVMH acquisisce Tiffany per 14,7 miliardi di euro

(Teleborsa) – Dopo circa un mese di trattative il colosso del lusso francese LVMH è riuscito ad acquisire Tiffany, il marchio di gioielli tanto amato da Hollywood. E’ arrivato oggi (22 novembre 2019), al culmine di una settimana ricca di rumors finanziari in cui si vociferava un’accelerazione dei colloqui tra le due società, un comunicato congiunto delle due compagnie in cui si ufficializza l’entrata di Tiffany tra la schiera dei costosi brand vantati dalla Holding.

Con un accordo che si è raggiunto “a 135 dollari per azione, in contanti, la transazione vale per la gioielleria newyorkese circa 14,7 miliardi di euro, ovvero 16,2 miliardi di dollari”, riferisce la nota.

Bernard Arnault, Presidente e Amministratore Delegato di LVMH, ha commentato: “Siamo lieti di avere l’opportunità di dare il benvenuto a Tiffany, un’azienda con un patrimonio senza pari e una posizione unica nel mondo della gioielleria globale, nella famiglia LVMH. Abbiamo un immenso rispetto e ammirazione per Tiffany e intendiamo sviluppare questo gioiello con la stessa dedizione e impegno che abbiamo applicato a ciascuna delle nostre Maison. Saremo orgogliosi di avere Tiffany al fianco dei nostri marchi iconici e non vediamo l’ora di assicurarci che questa continui a prosperare per i secoli a venire”.

“A seguito di una revisione strategica che includeva un processo interno ponderato e una consulenza esterna esperta, il Consiglio ha concluso che questa transazione con LVMH offre un entusiasmante percorso in avanti con un gruppo che apprezza e investirà nei beni unici di Tiffany e nel capitale umano forte, offrendo allo stesso tempo un prezzo interessante con certezza del valore ai nostri azionisti”, ha dichiarato Roger N. Farah, Presidente del Consiglio di amministrazione di Tiffany.

A Parigi il titolo di LVMH segna un rialzo dell’1,62%.

(Foto: © Goran Bogicevic / 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

LVMH acquisisce Tiffany per 14,7 miliardi di euro