Lusso, Italia primo Paese per numero di aziende, Luxottica unica italiana nella Top ten

(Teleborsa) – Un terzo del lusso mondiale parla italiano: 29 aziende italiane nelle prime 100 aziende mondiali. 

E’ quanto emerge dalla seconda edizione del report annuale pubblicato da Deloitte “Global Powers of Luxury Goods” che segnala come il mercato del lusso stia attraversando un periodo di profondo cambiamento, “guidato dall’innovazione tecnologica e dalle mutevoli richieste di consumatori sempre più esigenti”.

Il report di Deloitte evidenzia che l’Italia è il primo Paese per numero di aziende nel settore e, nella Top 10, l’unica italiana è Luxottica, (al quinto posto, dopo LVMH, Richemont, Estée Lauder e Chow Tai Fook Jewellery) mentre Marcolin segna la più alta crescita annua di fatturato tra le Top 100. Al 15esimo posto si colloca Prada e Giorgio Armani al 23esimo posto.

Il fatturato dei 29 gruppi italiani rappresenta il 16,5% del fatturato complessivamente generato dalle Top 100, si legge nel report. In termini di fatturato l’Italia è terza, dopo la Francia con uno share pari al 23,2% e USA (20,5%). 5 delle 29 società presenti in classifica hanno registrato un net profit margin a doppia cifra: Dama (19,4%), Prada (17.4%), Tod’s (13,6%), Moncler  (13,5%) e Salvatore Ferragamo (12,7%).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lusso, Italia primo Paese per numero di aziende, Luxottica unica itali...